“Occorre saper guardare oltre l’orizzonte per essere in grado di interpretare il futuro. Quando questa pandemia sarà finita si imporranno necessariamente nuovi modelli di business ed il mondo del lavoro avrà bisogno di nuove competenze.

Il nostro impegno, paziente e di lungo corso, nel costruire legami solidi tra i mondi dell’impresa, della scuola e della formazione va proprio in tale direzione”. Fortunato Amarelli, presidente di Confindustria Cosenza, va dritto al cuore del problema nell’incontrare in un webinar dedicato, gli studenti del Liceo Scientifico Linguistico “Pitagora” di Rende nel corso dell’undicesima edizione del Pmi Day, l’iniziativa di orientamento nazionale, promossa dalla Piccola Industria di Confindustria ed inserita nella XIX Settimana della Cultura d’Impresa di Confindustria e nella Settimana Europea delle PMI promossa dalla Commissione Europea.

“E’ importante mostrare in concreto la capacitĂ  delle nostre imprese di produrre in qualitĂ  creando lavoro e sviluppo – ha sottolineato Amarelli – ma anche rappresentare le problematicitĂ  quotidiane che le donne e gli uomini impegnati in azienda affrontano per superare le tante difficoltĂ  che si presentano con l’obiettivo di andare avanti, affacciarsi su nuovi mercati, affrontare nuove sfide.

Sono tanti i giovani che, anche di recente, si stanno cimentando nel creare nuove imprese, soprattutto in ambito tecnologico e noi siamo pronti a sostenerli. Agli studenti diciamo che è possibile fare impresa investendo su se stessi e partendo da una attenta valorizzazione delle risorse del territorio”. Il presidente Amarelli ha, quindi, accompagnato il gruppo di ragazzi alla visita virtuale della storica Fabbrica di Liquirizia e del Museo che con i suoi 60mila visitatori l’anno è il secondo museo d’impresa più visitato in Italia.

Al PMI Day sono intervenuti la dirigente scolastica del Liceo “Pitagora” di Rende, Alisia Arturi, che ha ringraziato Confindustria per l’opportunità offerta tesa a far vivere agli studenti esperienze formative interessanti volte ad accrescere saperi e competenze, la tutor degli studenti Alessandra Rovito e, per Confindustria Cosenza, il direttore Rosario Branda e la responsabile Education Monica Perri che ha presentato anche la nuova edizione del concorso nazionale “latuaideadimpresa”, un progetto di alternanza scuola-lavoro dedicato all’implementazione di idee imprenditoriali da parte degli studenti.

“Crediamo molto nelle iniziative di orientamento – ha sottolineato il direttore Branda – nella consapevolezza che così facendo è possibile rafforzare i legami e gli scambi culturali tra imprese e mondo della scuola, presupposto fondamentale per dare vita ad efficaci percorsi verso l’etica sociale del fare impresa e creare lavoro. Speriamo di riuscire a stimolare i giovani studenti verso l’autoimprenditorialitĂ  perchĂ© possano essere i veri protagonisti delle imprese del futuro”.