Favorire unità di comportamenti, dando indicazioni al Notariato e alle Camere di commercio in merito a una serie di procedure e istanze inerenti le comunicazioni societarie.

I nuovi Orientamenti condivisi ieri dal Presidente di Unioncamere, Andrea Prete, e dalla Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato, Valentina Rubertelli, valorizzano nuovamente la collaborazione e il lavoro congiunto avviato da tempo tra sistema camerale e notai per garantire standard di comportamento e modalità uniformi per il deposito degli atti societari presso gli uffici del Registro delle Imprese e per rendere ancora più affidabili i contenuti del Registro.

 

I nuovi orientamenti riguardano in particolare le partecipazioni societarie nei casi di trasferimenti di azienda e di fusioni e il modello di procura-legittimazione al notaio per l’iscrizione di atti o fatti.

 

“La lunga e proficua collaborazione con il Notariato ha consentito nel tempo di individuare soluzioni capaci di venire incontro alle necessità delle imprese e dei professionisti, utilizzando al meglio quella straordinaria risorsa per la semplificazione amministrativa rappresentata dal digitale”, sottolinea il Presidente di Unioncamere, Andrea Prete.

 

“In uno scenario economico sempre più complesso, è necessario semplificare le procedure senza sacrificare il livello dei controlli di legalità preventiva a cura dei notai sugli atti societari. Il dialogo costante con Unioncamere ci consente di poter dare risposte certe volte a garantire la affidabilità dei registri commerciali e la conseguente competitività del Paese”, dichiara Valentina Rubertelli, Presidente del Consiglio Nazionale del Notariato.