La Camera di Commercio di Catanzaro e il comitato provinciale Unicef hanno sottoscritto, stamani, un protocollo d’intesa per la promozione e il sostegno delle attività di Unicef sul territorio catanzarese.

La firma al documento è stata apposta nei locali dell’Ente camerale dal presidente Daniele Rossi, dal referente provinciale Unicef Costantino Mustari e dalla presidente regionale Annamaria Fonti Iembo:

«La sottoscrizione di questo documnento è motivo d’orgoglio per la Camera di Commercio perchĂ© ancora una volta ci permette di ampliare il raggio d’azione oltre i temi economici della provincia e ci consente di poter contribuire a progetti che hanno un grande impatto sociale – ha detto Rossi nel corso dell’incontro con la stampa –. La Camera di Commercio, negli anni, è sempre stata vicina alle iniziative volte a migliorare la qualitĂ  della vita, questo protocollo d’intesa renderĂ  ancora piĂą efficace la collaborazione con una realtĂ  importante e strutturata in tutto il mondo com’è Unicef»

Alle parole di Rossi hanno fatto eco quelle di Mustari che nell’esprimere «un sincero e profondo ringraziamento al presidente Rossi per aver accolto con grande entusiasmo l’idea di stipulare un accordo. Con questa firma, per l’Unicef provinciale si apre un’opportunità di collaborazione ampia che ci permetterà di andare oltre ai rapporti già in essere che spesso sono legati al mondo della scuola».

Nel dettaglio, la sinergia tra Camera di Commercio e Unicef si concretizzerà in una serie di scambi di informazioni e un continuo confronto sui progetti che Unicef avvierà sia per il sostegno a bambini e ragazzi sul territorio, sia su temi di interesse mondiale: «Proprio ieri (lunedì, ndc) – ha sottolineato a proposito Annamaria Fonti Iembo – Unicef ha diffuso il report sulla malnutrizione nel mondo. I dati sono sempre impressionanti, ma lo è anche l’attività che Unicef porta avanti da anni per far sì che sempre meno bambini muoiano di fame. Negli anni, grazie ai fondi raccolti da Unicef nel mondo, siamo riusciti a ridurre sensibilmente il numero di morti giornaliere, a conferma del fatto che la strada imboccata, sebbene sia ancora lunga, è quella giusta. La convenzione che oggi abbiamo sottoscritto potrà certamente contribuire a far crescere la consapevolezza delle esigenze locali e mondiali su cui Unicef si impegna e quindi a far aumentare, di conseguenza, la sensibilità e l’attenzione a temi che sono quotidianità per ognuno di noi».